Wine trend: la scomparsa della bottiglia

Wine trend: la scomparsa della bottiglia

Anche quest’anno si è tenuto a Verona il Wine2Wine, il forum Internazionale sulla Wine Industry, dove il tema centrale è il vino e dove si parla delle novità e dei nuovi trend che riguardano questo argomento; quello che è emerso è che si assiste ad un aumento del vino sfuso con la conseguente scomparsa della bottiglia.

Negli ultimi anni il vino sfuso è diventato un fenomeno in crescita in Italia e all’estero e questo non solo perché la richiesta da parte dei consumatori è aumenta, ma anche perché, specialmente i paesi esteri, sono alla ricerca di un packaging a basso impatto ambientale e con una bassa percentuale di produzione di Co2. Si fa sempre più attenzione, infatti, alla sostenibilità e alla cura per l’ambiente e la bottiglia di vetro è uno dei packaging con impatto ambientale più alto.

Ci si sta spostando verso formati leggeri e tra i packaging sostenibili emergono le sacche per il bag in box. Formato non nuovo ma in aumento  che porta con se una serie di vantaggi tra cui: resistenza, compattezza e leggerezza che rendono il trasporto più sicuro e più comodo; sostenibilità in quanto producono un minor numero di co2 (circa il 40% in meno) e preservazione del prodotto. Il vino all’interno delle bags ha un tempo di preservazione più lungo rispetto alla bottiglia.

Altro tema caldo è la tracciabilità del prodotto. Circa il 2,3% delle vendite di vino vengono perse a causa della contraffazione, per non parlare di quelle perse a causa di una cattiva gestione del prodotto durante i trasporti.

Per questo motivo i produttori sono sempre più attenti al controllo della qualità del proprio vino e i consumatori richiedono maggiore trasparenza e sicurezza per i prodotti che acquistano.

Da qualche anno molte aziende, tra cui Ernst & Young e non solo, hanno introdotto il concetto di blockchain nel vino.

La blockchain è un registro dati, un database che consente di raccogliere queste informazioni e renderle accessibili al pubblico.

Nel caso del vino permette di autocertificare il prodotto e di monitorarlo dal momento in cui viene prodotto fino al momento in cui viene consegnato. Questo è possibile grazie alle nuove tecnologie: QR code, RFID, NFC, sensori di movimento, che vengono inseriti all’interno del packaging consentendo il monitoraggio costante del vino e fornendo informazioni riguardo provenienza, tragitto e qualità del prodotto.

Albicchiere unisce la sostenibilità e la tracciabilità alla comodità di bere anche un solo calice di vino senza la paura di sprechi. Il vino sarà sempre fresco grazie alla preservazione fino a sei mesi. Le sacche sono leggere, resistenti e contengono al loro interno sensori di movimento e temperatura che permettono il monitoraggio costante del prodotto così che arrivi a casa dei consumatori con tutte le sue qualità inalterate.


Join Our Newsletter

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *